Anche Google tira le somme dell'anno appena passato, consegnandoci un ritratto dell'italica penisola divisa fra mondiali di calcio e speranzose ricerche.

Un filmato che è perfettamente in linea con la filosofia di Google vuol ricordare le immagini nell'anno appena trascorso, ma anche sottolineando tramite la voce dello speaker la volontà degli esseri umani di saper cercare il meglio al peggio, di voler cercare per scoprire, imparare e meravigliarsi.
Andando oltre possiamo analizzare e approfondire i singoli aspetti, le singole componenti dell'anno appena trascorso scoprendo così che a livello globale il termine che ha maggiormente attivato ricerche è legato ai mondiali di calcio, a Robin Williams, all'iPhone 6, ma anche ad Ebola e alla Malesia airlines, mentre per quello che ci riguarda le ricerche in casa nostra, fatta eccezione per la testa della classifica si differenziano in due grandi filoni fra il serio ed il faceto.
A fianco a domande relative a qualche termine, magari sentito in qualche telegiornale ho letto su qualche rivista, troviamo richieste molto più concrete e quotidiane legate alla politica o meglio alla ricerca di come far politica o relative a qualche ente pubblico.
Non mancano ricerche relative ai grandi perché che si tratti della guerra del Vietnam o problemi più resistenziali sul perché si soffra.
Non mancano le ricerche legate alla cucina, come poterne farne a meno tenendo conto dell'enorme bombardamento mediatico a cui siamo posti da mattino a sera da televisione e giornali.

Nella categoria del "come fare" non poteva mancare barbecue, segno evidente dell'influenza della televisione sull'italico paese e per non deludere la tradizione e smentire antichi luoghi comuni non ci siamo fatti mancare nella medesima categoria anche una ricerca sul malocchio.
Un viaggio insomma non solo fra i dati di un anno ma anche fra le tendenze le manie e le mode che hanno contraddistinto in quest'anno il popolo italiano. Nel sito è inoltre possibile confrontare i dati con gli anni precedenti quando "un anno di ricerche" prendeva il nome di Zeitgeist, lo spirito del tempo.